La scienza che unisce: Cassano-Sant’Antioco

Anche quest’anno, in occasione della V edizione del festival “Cassanoscienza”, per la terza volta Puglia e Sardegna hanno deciso di collaborare. Questa rinnovata collaborazione consiste in un gemellaggio tra il nostro liceo e gli istituti Emilio Lussu e IPIA Loi di Sant’Antioco.

Martedì 17 aprile 2018, infatti, quattro ragazze accompagnate da due docenti, ci hanno raggiunti per partecipare attivamente, sin da subito, al nostro programma.
Le ragazze sono state accolte da quattro famiglie e ospitate presso le loro abitazioni, il tutto organizzato dall’associazione “Auser” che ha fatto da intermediario tra isola e penisola. 
Durante la mattinata queste hanno avuto l’opportunità, insieme ai loro insegnanti, di visitare i laboratori organizzati con tanto impegno dagli studenti cassanesi ma anche di prendere parte alle varie conferenze e di presentare le loro creazioni, reputate le migliori in seguito alla manifestazione “Pencia, gioga e pappa” tenutasi lo scorso ottobre a Sant’Antioco.

Non avendo un tema a cui rifarsi, gli esperimenti trattano svariati argomenti, dalla fisica alla biologia fino ad arrivare all’ecologia.
Si è iniziato con quello di Beatrice, la quale ha dimostrato come si possano creare delle figure con l’aiuto di un pendolo spaziale… un vero e proprio spettacolo, non a caso è intitolato “It’s show time”.
Abbandonata la fisica, Alessia ci ha illustrato in che modo i materiali di recupero simulino il funzionamento del corpo umano definendo così il suo manichino “Vivo ma non troppo”.
Infine Michelle e Ludovica hanno sensibilizzato il pubblico, attraverso una presentazione in Power Point, alla “Sostenibilità alimentare” invogliando a mangiare in modo salutare ed equilibrato nel rispetto dell’ambiente.
Un ringraziamento particolare va ai professori, Antonio Cattalini e Marinella Venturino, per la loro disponibilità e capacità di coinvolgere anche i nostri piccoli ospiti suscitando euforia ed entusiasmo anche nei loro accompagnatori.

Sardi e ospiti
Ultimo ma non meno importante è l’impegno profuso dalla nostra dirigente, la Dott.ssa Daniela Caponio, e dai suoi collaboratori nonché dalle famiglie ospitanti che hanno contribuito alla perfetta riuscita di questo scambio garantendo organizzazione, tranquillità e accoglienza.

Articolo di Letizia Proscia (III A)
Foto di Asia Festa (III D)

Annunci

Una risposta a "La scienza che unisce: Cassano-Sant’Antioco"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: